Togliamo
ogni dubbio

Pronte le domande? Noi siamo pronti alle risposte. Dagli impianti alla burocrazia rispondiamo ai tuoi dubbi anche via mail info@tabo-energia.it
Come funzionano i pannelli fotovoltaici?
I pannelli fotovoltaici generano energia elettrica sfruttando l'effetto fotovoltaico: le celle al silicio catturano i fotoni della luce solare e li trasformano direttamente in energia elettrica. I fotoni azionano un processo di conduzione che crea e muove elettroni, generando così corrente continua che viene poi trasformata in corrente alternata per l'utilizzo. Più luce c'è, più energia viene prodotta.
Qual è la durata media dei pannelli solari?
La durata media di un pannello solare si aggira intorno ai 25-30 anni. Nel corso del tempo l'efficienza diminuisce molto gradualmente, ad un tasso medio dello 0,5% annuo. Trascorsi 20-25 anni dall'installazione i pannelli mantengono ancora circa l'80% della loro efficienza iniziale. Con una corretta manutenzione ordinaria possono durare anche oltre 30 anni, continuando a produrre energia pulita ed economica per decenni.
Posso vendere l'energia prodotta dal mio impianto fotovoltaico?
Sì, è possibile vendere l'energia prodotta in eccesso dal proprio impianto fotovoltaico. L'energia prodotta dai pannelli solari può essere autoconsumata in casa o in azienda, oppure immessa in rete e venduta al Gestore dei Servizi Energetici. In questo caso si stipula un contratto di scambio che prevede lo scambio paritario di energia: quella immessa in rete viene venduta, quella prelevata viene pagata.
È possibile installare pannelli solari su un tetto non esposto a sud?
Sì, è possibile installare pannelli fotovoltaici anche su un tetto non rivolto esattamente a sud, sebbene in questo caso si avrà un rendimento leggermente minore rispetto a un'esposizione ottimale. L'esposizione a est o a ovest assicura comunque un'irradiazione solare sufficiente per la produzione di energia elettrica pulita. Con le giuste soluzioni si sfrutta lo stesso il sole, l'importante è non avere ostacoli.
Per installare un impianto fotovoltaico devo chiedere un permesso?
Per installare pannelli solari su un'abitazione o una azienda è necessario presentare una comunicazione di inizio lavori al Comune. Questo vale sia per gli impianti da 3kW in su, sia per quelli più piccoli se si modifica la struttura dell'edificio. Non è invece necessario alcun permesso per impianti da 0,4 a 3kW che vengono montati a filo sul tetto senza interventi sulla copertura. In TABO in ogni caso ci occupiamo di tutta la burocrazia.
Quanto tempo ci vuole per recuperare l'investimento in un impianto fotovoltaico?
In media, il tempo di ritorno dell'investimento per un impianto fotovoltaico è di 6-8 anni. Ma può variare in base alle caratteristiche dell'impianto, agli incentivi statali vigenti e al prezzo dell'energia elettrica. Con il moltiplicarsi degli incentivi, oggi è possibile ammortizzare completamente la spesa iniziale in 5-6 anni usufruendo della produzione di energia pulita e a costo zero per molti anni a venire.
Cosa succede se il mio impianto produce più energia di quella consumata?
Se il tuo impianto fotovoltaico produce più energia di quanto consumi, l'eccedenza finisce nella rete elettrica nazionale. Per quella parte di energia prodotta in più puoi collegare batterie di accumulo per immagazzinare l'energia solare in eccesso e utilizzarla quando il sole non c'è.
Quali sono i requisiti tecnici e strutturali per l'installazione dei pannelli solari sul mio tetto?
Per installare i pannelli solari sul tetto ci sono alcuni accorgimenti:
  • il tetto deve resistere al carico aggiuntivo dei pannelli
  • la superficie deve essere pianeggiante e ventilata per dissipare il calore estivo
  • la produzione di energia è ottimizzata con esposizione a sud, sud-est o sud-ovest
  • la superficie disponibile deve essere adeguata alle dimensioni dell'impianto da installare
  • è necessario verificare che sia possibile effettuare un collegamento alla rete elettrica
  • il tetto deve essere libero da ostacoli alla radiazione solare come alberi o altri edifici
  • è necessario costruire - dove non presenti - degli abbaini o altre modalità di accesso agli impianti per interventi di manutenzione
Quanto è efficiente una pompa di calore rispetto ad altri sistemi di riscaldamento tradizionali?
La pompa di calore è uno dei sistemi di riscaldamento più efficaci. Mentre una caldaia tradizionale produce 1 unità di calore usando 1 unità di energia, la pompa di calore ne produce almeno 3-4 usando la stessa quantità di elettricità. Questo significa che per riscaldare la casa serve molta meno energia rispetto alla caldaia. Per questo la pompa di calore fa risparmiare molto sulla bolletta, ottenendo più calore con minor consumi.
Quali sono i costi di manutenzione di una pompa di calore e quanto si può risparmiare in bolletta?
La manutenzione ordinaria ha costi ridotti, circa 100€ all'anno. La vita media è oltre 15 anni. Il risparmio in bolletta è del 30-50% rispetto ad altri sistemi, a seconda delle tariffe elettriche .

Dai uno sguardo ai progetti.

Fotovoltaico

Riqualificazione energetica di una villetta a schiera a San Stino di Livenza (VE)

Impianto fotovoltaico da 8,61 kWp con 20 kWh di accumulo energetico. Pompa di calore ibrida da 12 kW ed wallbox da 7,4 kW.

Fotovoltaico

Riqualificazione energetica di una villetta a schiera in provincia di Venezia

Impianto fotovoltaico da 8 kWp con 20 kWh di accumulo energetico, pompa di calore ibrida da 12 kW in classe A++ ed wallbox da 7,4 kW monofase.

Una newsletter sull’energia?

Vuoi rimanere sempre aggiornato sulle nostre iniziative e sui nostri progressi? Lasciaci il tuo indirizzo email qui sotto → tranquill*, faremo i bravi, non intaseremo la tua casella di posta 😉